Si è conclusa giovedì 5 ottobre la terza edizione di Presente Italiano, dopo 8 giorni di grande cinema e incontri sorprendenti.

La giuria popolare, dopo aver visionato i film ed essersi riunita a porte chiuse, ha scelto "Indivisibili" di Edoardo De Angelis" come miglior film con la seguente motivazione:

“Posti di fronte all’ardua decisione di premiare uno solo tra tanti film altrettanto importanti, abbiamo scelto la pellicola che più di tutti è riuscita a far sentire la propria voce e che più ci ha fatto emozionare. “Indivisibili” è un film sulla diversità in un contesto in cui l’anormalità viene mitizzata e messa in mostra ma è anche, e soprattutto, un film sulla bellezza di un amore indissolubile e di una speranza infrangibile. Il contesto della favola è ben descritto, preciso e facilmente riconoscibile per il nostro paese, ma il racconto è universale, fatto di personaggi veri e vivi con i quali è impossibile non identificarsi in qualsiasi parte del mondo. “Indivisibili” è un film che ci fa ricordare, richiamando alla mente, sì, una pellicola nostrana come “La donna scimmia” di Marco Ferreri ma anche un più distante “Freaks” di Todd Browning. In un momento sociale, anzi, in un presente italiano come questo, una storia come “Indivisibili” è ciò di cui abbiamo bisogno per tornare all’originale scopo della sala cinematografica: vedere il film per quello che è, non per quello che appare”.

 

Il regista, raggiunto telefonicamente durante i sopralluoghi del suo prossimo film, ha voluto ringraziare tutti i giurati con un messaggio che è stato letto durante la serata conclusiva:

 

"Grazie infinite Lavinia, Francesco, Tommaso, Filippo, Valeria, Susanna, Daniela, Silvia,Jacopo, Alessio, Nicoletta, Eleonora, Angela. Il vostro premio mi onora. L’unico motivo della mia assenza stasera è che sono presente ai sopralluoghi di un nuovo film, altrove. tuttosommato peró sono in qualche modo lo stesso lì con voi.  i film dilatano il tempo presente ma evocano anche qualcosa e qualcuno che non è qui, non è ora".

 

Grazie a tutti voi, perché condividete un percorso non facile con chi crede nel cinema italiano e nella sua capacità di raccontare il nostro presente 

Presente Italiano vi dà appuntamento al 2018!